Mezzotoscano

Il club degli amanti del Sigaro Toscano


Notizie sul mondo del Sigaro Toscano

e dei suoi estimatori ...

David Bowie aveva chiesto un sigaro toscano, nessuno lo aveva e così …

David Bowie aveva chiesto un sigaro toscano, nessuno lo aveva e così …

Genova – Ognuno ha la sua stella cometa da seguire, ma c’è anche chi ha inseguito l’uomo delle stelle. «Avevo 16 anni e mi era arrivata la soffiata che David Bowie sarebbe sbarcato a Genova. Era l’aprile del 1976 e lui era arrivato da New York a bordo della Leonardo da Vinci. Così ho deciso di girare tutta la città per cercarlo», ricorda Gerardo Fornaro, artista e fan del Duca Bianco, scomparso ieri a 69 anni . Un “inseguimento” durato un intero giorno, ricordi indelebili di chi ha provato ad avvicinare un mito. «Qualcuno mi aveva detto che l’aveva visto prendere un caffè in Galleria Mazzini e così sono corso lì: arrivato con il fiatone ho guardato ovunque, ma nessuna traccia. Mi avevano detto che voleva visitare Boccadasse e così, fra corse e autobus presi al volo, mi sono fiondato anche laggiù. Ma nulla, nessuna magica apparizione». Un sogno poi realizzato qualche anno più tardi. «L’ho visto in concerto diverse volte – si entusiasma Fornaro – indimenticabile il concerto a Torino negli anni ’90, mi commossi»....

More Information
Sigaro Toscano premiato dall’ American Chamber

Sigaro Toscano premiato dall’ American Chamber

Un riconoscimento per lo sbarco negli Usa di Manifatture Sigaro Toscano quello dell’American Chamber of Commerce in Italy, assegnato a Milano in occasione della consueta cena annuale per il Transatlantic Award Gala Dinner. Il premio è stato consegnato giovedì 10 dicembre nel corso di una cerimonia alla presenza dell’Ambasciatore americano John Phillips. A ritirare il premio Gaetano Maccaferri, vicepresidente di Manifatture Sigaro Toscano e presidente del gruppo Maccaferri: “Questa acquisizione è stata un passo fondamentale per la politica di espansione all’estero e questo premio è per noi importante per sottolineare il lavoro che stiamo portando avanti: il sigaro Toscano infatti – ha commentato – è la testimonianza di un’Italia che vince, sa imporsi ed esporta la propria eccellenza, con l’obiettivo di valorizzare sempre di più l’expertise del Made in Italy. Dopo aver riportato in mani italiane le Manifatture Sigaro Toscano nel 2006, con questa operazione mettiamo le basi per lo sviluppo della diffusione del sigaro Toscano negli Usa”. L’acquisizione di Parodi Holdings da parte di Manifatture Sigaro Toscano, avvenuta...

More Information
A.M.O. – Ecco come nasce l’opera Nuovi percorsi a Palazzo Forti

A.M.O. – Ecco come nasce l’opera Nuovi percorsi a Palazzo Forti

Il 6 agosto una serata dedicata al compositore Mascagni tra musica, sigari e buona cucina. Interverrà Andrea Battistoni Una serie di iniziative per coniugare lirica e piacere della buona tavola. Amo, il museo della lirica aperto a palazzo Forti nell’anno del centenario, torna in questa stagione operistica con un ventaglio di proposte accattivanti, andando incontro alla curiosità di quei turisti, non necessariamente melomani esperti, che desiderano entrare nel «dietro le quinte» delle opere e scoprire come nasce un allestimento. Si rilancia così, abbinato ad A.M.O. Opera Restaurant, l’elegante ristorante che si trova sempre all’interno di Palazzo Forti, il museo della Fondazione Arena di Verona dedicato alla creatività e all’eccellenza dell’opera lirica italiana, nato con l’obiettivo di far conoscere al grande pubblico la macchina creativa che sta alla base delle opere e della loro messa in scena. Primo appuntamento di agosto sarà, mercoledì 6 alle 20,30, una serata di musica e degustazione dedicata al direttore e compositore Pietro Mascagni, e a una delle sue passioni più grandi, il sigaro toscano. L’iniziativa...

More Information
Dall”800 movimenti delicati e un coltellino … la ricetta del ‘Toscano’

Dall”800 movimenti delicati e un coltellino … la ricetta del ‘Toscano’

Sono state le prime lavoratrici a battersi per vedere riconosciuti i loro diritti sindacali e le prime ad acquisire pari dignità rispetto ai colleghi uomini. E da 200 anni tramandano la ‘ricetta’ di un prodotto che è parte della storia e della tradizione italiana, il sigaro Toscano. Da quando è nato, a inizio Ottocento, le sigaraie della Manifattura di Lucca eseguono la stessa lavorazione artigianale, con lo stesso tabacco Kentucky, rigorosamente Ogm free, naturale al 100%. In 40 con meno di 40 anni – Nella manifattura di Lucca ci sono in tutto 40 sigaraie e la loro età non supera i 40 anni: producono 500 sigari ogni giorno. La ricetta è semplice: solo tabacco, acqua e stagionatura, per realizzare un prodotto di alta qualità conosciuto in tutto il mondo. Una tavoletta in legno, un coltello per delineare la ‘scarpetta’ o fascia esterna del sigaro, la colla di mais per far aderire bene la foglia e la taglierina per spuntarlo sono i ‘ferri del mestiere’. E il ‘trucco’ è non adoperare eccessiva forza...

More Information
Il Toscano alla conquista del mercato Usa

Il Toscano alla conquista del mercato Usa

DOPO AVER RADDOPPIATO I RICAVI IN 7 ANNI ORA L’AZIENDA DEVE FRONTEGGIARE LO SPOSTAMENTO DELLA DOMANDA INTERNA VERSO I PRODOTTI DI PREZZO INFERIORE E VUOLO PUNTARE A REALIZZARE UN QUARTO DELLE VENDITE ALL’ESTERO, SPECIE IN NORD AMERICA CHE VALE DA SOLO IL 40% DEL MERCATO GLOBALE DEI SIGARI. Il Sigaro Toscano sbarca a Dubai. Nato quasi duecento anni fa nella manifattura di Firenze, uno dei prodotti simbolo del “made in Italy” da un po’ di tempo sta girando il mondo, alla conquista di un mercato dopo l’altro. Prima la Vecchia Europa, dove ha triplicato le vendite da quando nel 2006 la società è passata nelle mani del gruppo Maccaferri. Ora è il turno degli Emirati Arabi. Una tappa che arriva dopo aver raggiunto i 90 milioni di euro di fatturato, con una produzione annua che sfiora i 180 milioni di sigari. La storia del Toscano incrocia in più punti quella del nostro Paese. Nella manifattura di Lucca, rimodernata negli anni, i sigari sono ancora prodotti a mano (oltre tre...

More Information